Il giardino dei semplici

... Questo piccolo giardino «privato» è stato ristrutturato come giardino dei semplici. I semplici sono i rimedi fabbricanti a partire da piante. In tutti i tempi, i monaci hanno coltivato piante ad uso terapeutico, per loro ma anche per i poveri che accoglievano e che curavano. Pian piano, la medicina fu esercitata dai laici. Tuttavia i certosini hanno sempre usufruito di privilegi che gli hanno consentito di proseguire le loro attività di farmacisti e di medici.
Ogni monaco certosino disponeva di un piccolo giardino privato, attiguo all’eremo. Era libero di piantarvi ciò che gli piaceva. Potevano esserci piante medicinali, ortaggi, fiori per l’ornamento di altari...

Malva: per preservarsi dalle punture delle api, ungersi di succo di malva mescolato con olio d’oliva
Piantaggine: contro i morsi di serpenti, mangiare foglie di piantaggine o berne il succo.
Menta: in caso di raffreddore, mettere un sacchetto pieno di menta sul capo.

Nel 2014, i giardini delle altre celle hanno accolto i peri Royale d’hiver, Frangipane, Louise Bonne, Poire de Beurré, De livre, Catillac e  il melo Pomme de Châtaignier, sette delle tredici varietà di meli e di peri discendenti dalle collezioni dei monaci certosini.

 

Jardin des Simples